Log in

La Tecnologia degli eBook

Joe Jacobson crea la tecnologia ePaper (1996)

Electronic Paper

Chiamata anche E-Ink o ePaper, è una tecnologia progettata per imitare l’inchiostro sul foglio. L’ePaper riflette la luce anziché avere una retroilluminazione posteriore. La tecnologia è datata 1996 a cura di Joe Jacobson, fondatore di E-Ink.

Un display E-Ink è costituito da due sottili pellicole di materiale plastico rivestite da uno strato di circuiti elettrici che costituiscono una trama di pixel controllabile da un driver video standard.

Datato 2001 invece è il display ePaper a colori in grado di mantenere la qualità dell’immagine anche se piegato o arrotolato.

I ricercatori di E-Ink pensano alla possibilità di sostituire i monitor dei pc con questo tipo di tecnologia.

PVI acquisisce e-Ink

Prime View International (licenziatario per la produzione di schermi e inchiostro elettronico brevettati da E-Ink) annuncia l’acquisto delle quote di E-Ink (unico fornitore di materiali elettroforetici per la stessa PVI) per 215 milioni di dollari (2009). Obiettivo strategico dell’operazione: accelerazione nello sviluppo dei nuovi modelli (colore e schermi flessibili).

Mirasol: un iPad non retroilluminato (2010)

Qualcomm (azienda americana nota per la produzione di processori utilizzati in vari dispositivi per lo più mobili, come cellulari, MID e smartphone) da qualche anno, dopo l’acquisizione di Iridigm Display, sta investendo su Mirasol, una tecnologia che consente la produzione di display a colori non retroilluminati.

Qualcomm ha mostrato, al CES 2010 di Las Vegas, un prototipo dotato di tecnologia Mirasol considerata dagli esperti una delle future alternative alla tecnologia E-Ink grazie ai bassi consumi e alla capacità di riprodurre video con una buona fluidità.

Il device con schermo a colori da 5.7 pollici utilizza gli stessi elementi che permettono alle ali iridescenti di una farfalla di brillare, sottili membrane che reagiscono alle cariche elettriche poste sopra una superficie riflettente. La luce riflessa passa attraverso queste membrane e viene rifratta con varie lunghezze d’onda per creare i colori. Poiché le membrane sono bistabili, una volta assunto il colore richiesto, non hanno bisogno di alimentazione per mantenerlo.

Qualcomm uscirà sul mercato con marchi diversi e quindi con design differenziati.

Anche Qualcomm pensa a sostituire i monitor con la propria tecnologia.

Freescale aumenta le prestazioni e diminuisce i costi (2010)

Freescale è la società che produce l’hardware di base impiegato nella maggior parte degli eReader attualmente in commercio compreso il Kindle di Amazon e i modelli PRS di Sony. Il produttore ha annunciato il nuovo chip i.MX508 migliorerà le prestazioni dei futuri lettori digitali e contribuirà ad abbassare il costo complessivo di produzione.

Consentirà di girare le pagine in mezzo secondo rispetto agli attuali due mediamente necessari,aumenterà la durata della batteria grazie ad una migliore efficienza energetica e sarà in grado di gestire schermi di dimensioni maggiori.

Secondo Freescale, grazie all’adozione dell’i.MX508, il risparmio sul costo di produzione di un singolo lettore eBook sarà quantificabile in 30 dollari e verso fine anno sarà possibile vedere lettori a un prezzo di 150 dollari, ben inferiore ai 250 dollari necessari per Kindle e Nook e ai 299 dollari per il Samsung E6.

I.MX508 è una versione evoluta dell’ARM Cortex A8, lo stesso processore che insieme all’unità grafica PowerVR SGX compone l’A4, il cuore dell’iPad di Apple.

Da Liquavista un display dual mode: LCD/E-Ink (2011)

Liquavista, società olandese nata da uno spin-off di Philips, realizza display dual mode touchscreen a colori in grado di comportarsi sia come LCD sia come E-Ink consumando ¼ dell’energia che serve a supportare un comune LCD. La tecnologia utilizzata si chiama LiquavistaVivid e può essere utilizzata su eReader, smartphone, notebook e tablet. Liquavista collaborerà con Freescale, il primo produttore di microprocessori per eReader, per la realizzazione e commercializzazione di eReader a colori.

Dall’ITRI la tecnologia per eReader flessibili e arrotolabili

L’ITRI – Industrial Technology Research Institute si è aggiudicato il primo premio del Wall Street Journal 2010 Technology Innovation Awardscon il suo progetto FlexUPD (“flexible universal panel for displays”).

FlexUPD è un display ad alta qualità ultrapiatto e ripiegabile.

Per Lee Cheng-chung, il portavoce dell’ITRI, la sfida era creare schermi sottili come carta, utilizzando la plastica al posto del vetro. Molte aziende hanno cercato di fare la stessa cosa, ma il problema della commercializzazione dei display flessibili su larga scala sta nella procedura di realizzazione, in particolare nella fase finale che consiste nel rimuovere il pannello di plastica da un supporto rigido, evitando che si danneggi.

L’ITRI ha messo a punto un sistema di “layer debonding“, che consente la separazione tra gli strati senza difficoltà. L’idea è venuta osservando alcuni cuochi taiwanesi che preparavano frittelle sottili come carta, che venivano sollevate con facilità da una pentola molto calda.

Lee Cheng-chung aggiunge che questa soluzione sarà particolarmente utile nella creazione di eReader. I display flessibili sono infatti più leggeri rispetto agli schermi di vetro, il che permette la costruzione di dispositivi più grandi, come eReader o tablet PC che possono essere piegati o arrotolati proprio come la versione cartacea.

La tecnica può essere utilizzata con molti monitor, come i display a cristalli liquidi, o LCD, e schermi di nuova generazione a base di Organic Light-Emitting Diodes o OLED.

L’ITRI ha concesso per ora in licenza la tecnologia FlexUPD alla AU Optronics Corp. di Taiwan, e il primo eReader con il suo display dovrebbe vedere la luce entro il 2010.

Dalla Redazione PianetaeBook.com

Source:

http://it.wikipedia.org/wiki/E-ink

www.eink.com

www.engadget.com/2009/06/01/pvi-to-buy-e-ink-for-215-million/

http://blogs.pcmag.com/miller/2010/05/e-reader_displays_after_the_ip.php

http://www.the-ebook-reader.com/mirasol.html

http://www.gadgetblog.it/post/9581/qualcomm-mirasol-ebook-reader-a-colori

http://gizmodo.com/5482886/freescales-imx508-chip-will-make-e+ink-readers-way-cheaper-and-turn-pages-4x-faster

http://www.freescale.com/webapp/sps/site/prod_summary.jsp?code=i.MX508

http://www.liquavista.com/products/liquavistavivid.aspx

http://www.liquavista.com/news_and_events/getRelease.aspx?ReleaseID=53

http://www.pianetaebook.com/2010/09/il-display-flessibile-dellitri-di-taiwan-vince-il-premio-del-wall-street-journal-2970

Altre novità tecnologiche

Memorizzazione eterna

Norsam Technologies realizza un supporto a base di silicio e nickel che può lavorare con registrazioni analogiche o digitali, resistente alla prova del tempo e degli elementi quali campi elettromagnetici, forti variazioni di temperatura, acqua salata. È possibile memorizzare un volume fra le 1.000 e le 100.000 pagine per ogni supporto.

Source:

http://it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale

http://www.eweekeurope.it/prodotti/prodotti-storage/arriva-la-tecnologia-di-memorizzazione-eterna-10605

Scarica gratuitamente da InBook il libro sull’editoria digitale eBook né carta né web.

ratings_users:
0
ratings_score:
0
ratings_average:
0
cp_points_enable:
0
cp_points:
0
cp_pcontent_points_enable:
0
cp_pcontent_points:
10
mashsb_shares:
0
mashsb_timestamp:
1511582500
mashsb_jsonshares:
{"StumbleUpon":0,"Reddit":0,"Facebook":{"total_count":0,"comment_count":0,"share_count":0},"Delicious":0,"GooglePlusOne":0,"Buzz":0,"Twitter":0,"Diggs":0,"Pinterest":0,"LinkedIn":0,"total":0}

Tagged under:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Log in or Sign Up