Log in

Mauro Santomauro: non basta possedere dell’oro per essere ricchi, bisogna anche saperlo vendere

Semplice domanda, ma complicata la risposta: oggi tutti scrivono anche se, a giudicare dalle allarmanti statistiche, pochi leggono. E questo dovrebbe seriamente far riflettere chi anela alla fama e alla speranza di arricchirsi con la scrittura.
Nel mio caso direi che il movente più manifesto che mi ha spinto a scrivere il mio primo romanzo è sicuramente di natura narcisistica: a chi non piacerebbe diventare uno scrittore di fama mondiale? Tuttavia non sarebbe tutta la verità. Purtroppo (per gli incolpevoli amici e parenti) posseggo anche un irrefrenabile desiderio di raccontare e, attraverso i personaggi, di raccontarmi. Stupire con storie inconsuete, a volte incredibili, leggendo la sorpresa sul viso di  mi ascolta o immaginando la stupefatta reazione di chi mi legge, sono un piacere per me ineffabile.
Quali sono le difficoltà della pubblicazione?
Oggi esistono opportunità per uno scrittore impensabili al tempo di Hemingway, Steinbeck o Pirandello: internet e i suoi figli permettono di farsi conoscere con un semplice “click” da stuoli di distratti e frenetici frequentatori della rete. L’autopubblicazione ha permesso la scoperta e l’affermazione di autori sconosciuti che hanno raggiunto in breve tempo una fama mondiale. Tuttavia, io resto ancora legato alla vecchia romantica maniera: cercare un editore curioso, magari con l’aiuto di un buon agente, e convincerlo che quello che hai scritto è diverso da tutti gli altri libri che ha letto sinora. Il processo,però, è lungo e sovente frustante. La “concorrenza” è nutrita e non sempre la propria fatica riesce a raggiungere il tavolo (o lo schermo) di chi un giorno dovrebbe pubblicarla. Ma quando ci si riesce, la soddisfazione è impagabile.
Trovi che l’editore sia alla ricerca di contenuti di qualità o commerciali ?
Alla luce di quello che vedo nelle librerie ( digitali o convenzionali), la mia risposta è pessimisticamente scontata:
quasi tutti gli editori cercano l’autore che farà vendere loro più copie, spesso con mere operazioni di marketing, costruendo a tavolino personaggio e storia da propagandare, cavalcando la moda ed il gusto del momento o, peggio, facendo credere al grande pubblico che il loro è il miglior “prodotto” che possano mai comperare. E’ dannatamente vero che non basta possedere dell’oro per essere ricchi. Bisogna anche saperlo vendere.
Come si vende un libro, vendendo il contenuto o il personaggio autore?
Lungi da me addentrarmi in elucubrazioni in un campo che non mi compete, il marketing, del quale esistono fior di esperti (forse troppi), il mio modesto parere è che la sostanza (del libro) dovrebbe essere il solo ed unico metro di giudizio perché un libro possa aver successo. Accade sovente, purtroppo, che personaggi famosi (che magari non hanno mai avuto prima relazioni con la scrittura) facciano da cassa di risonanza al libro. La gente è sempre più sensibile alla personalità (magari inventata) dell’autore, alle sue esternazioni, all’ esteriorità, piuttosto a ciò che ha scritto. Se, come ho detto, non fossi un inguaribile narcisista, scriverei volentieri sotto uno pseudonimo!
E’ più difficile scrivere/pubblicare o promuovere/vendere? 
La mia esperienza, ma forse sono solo un nostalgico retrogrado, mi ha portato a confrontarmi con i mezzi di propaganda più diffusi ed usati: parlo dei vari Facebook, Twitter, Linkedin, Pinterest (e chi più ne ha più ne metta) e devo dire che la fatica è stata improba. Per seguire con costanza ed efficacia questi “social” bisogna dedicare parecchio tempo e fatica. A volte togliendoli al lavoro,agli affetti familiari e (perchè no?) allo svago.
Mi domando se tutti questi sforzi ne valgano la pena. Ecco perché ho demandato a professionisti esperti e più capaci di me (il mio editore ed una consulente) il lavoro più oneroso.
Scrivere, al confronto, mi sembra ora una passeggiata…
ratings_users:
0
ratings_score:
0
ratings_average:
0
cp_points_enable:
0
cp_points:
0
cp_pcontent_points_enable:
0
cp_pcontent_points:
10
mashsb_shares:
232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232,232
mashsb_timestamp:
1511582564

Tagged under:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Log in or Sign Up